IL RINCULO

IL RINCULO E’ IL MOVIMENTO RETROGRADO FATTO DALL’ARMA AL MOMENTO DELLO SPARO. Il rinculo si basa sull’terzo principio della dinamica che dice che ogni azione corrisponde a reazione uguale o contraria; ma in questo caso in un arma da fuoco al momento dello sparo si presentano due fattori che determinano il rinculo che sono:
  • l’espansione dei gas al momento dello sparo
  • l’effetto razzo all’uscita della volata
Il rilevamento del rinculo in un arma da fuoco è dato anche dalla differenza tra punto di appoggio e asse della canna; perché se l’asse della canna sarebbe sullo stesso piano del punto d’appoggio il movimento sarebbe rettilineo ma in questo caso sarebbe molto complicato prendere la mira, e allineare la pupilla con tacca e mirino ed è anche per questo che l’asse della canna è più alto del punto di appoggio.
Quindi in fine possiamo dire che più sarà la differenza tra asse della canna e punto d’appoggio e più sarà il rilevamento da contrastare in base al calibro ovviamente più o meno potente.

LA CHIUSURA LABILE

IL SISTEMA A CHIUSURA LABILE E’ IL SISTEMA PIU’ SEMPLICE DI CHIUSURA USATO IN PISTOLE SEMIAUTOMATICHE PICCOLE, O NELLE GRANDI MITRAGLIATRICI. LA PRIMA PISTOLA CON QUESTA CHIUSURA RISALE AL 1896 CHE FU UNA CREAZIONE DI HIRAM MAXIM(QUELLO DELLA MITRAGLIATRICE MAXIM) LA PISTOLA E’ LA MAXIM SILVERMAN.
COME SI VEDE NELL’IMMAGINE NEL FUNZIONAMENTO A CHIUSURA A MASSA L’OTTURATORE VIENE TENUTO UN CHIUSURA DA UNA MOLLA DI RICUPERO INSIEME ALLA PROPIA MASSA, IN QUESTO SISTEMA NON ABBIAMO VINCOLI MECCANICI E LA CANNA RIMANE FISSA. IN QUESTO SISTEMA PERCUSSORE E OTTURATORE SONO SEPARATI PERCHE’ L’OTTURATORE HA UNA MOLLA PROPRIA.

La chiusura metastabile

LA CHIUSURA METASTABILE A RITARDO DI APERTURA E’ UNA CHIUSURA CHE FUNZIONA IN BASE ALLA PRESSIONE DEI GAS GENERATI ALL’ INTERNO DELLA CANNA, CHE ALL’ INIZIO E’ STABILE E MAN MANO CHE LA PRESSIONE SCENDE E I VALORI DI SICUREZZA ENTRANO NELLA NORMA, E LA CULATTA SI LIBERA FACENDO INDITREGGIARE IL CARRELLO DIVENTANDO CHIUSURA A MASSA FINCHE’ LARMA NON RIARMA E TORNA IN POSIZIONE ESSENDO NUOVAMENTE PRONTA ALLO SPARO.

Questo sistema nasce per rendere più efficace il sistema a massa battente; e permette di sparare grossi calibri in tutta sicurezza; nel sistema metastabile a rulli che sfrutta il coefficiente dell’attrito dei rulli nei propri inserti per ritardare l’apertura(questi inserti o alveoli sono ricavati dal fusto dell’arma). Questo sistema fu perfezionato dai tedeschi e prodotto in larga scala; la HENCKLER&KOCH partendo dal progetto dei tedeschi di base sul fucile MG42, realizzò un otturatore fatto da 2 parti (otturatore e porta otturatore) che erano collegati insieme tra di loro, il sistema poi fu adottato dal loro fucile d’assalto G3 che rimase in servizio dalla fine degli anni 50, a inizi anni 2000.

PORTAEREI WASP

Questa portaerei fu realizzata nel 1939, entrò in servizio nel 1941 con un primo incarico nell’atlantico per trasportare degli aerei in africa, poi nel mediterraneo col compito di trasferire un aliquota, di velivoli dell’aviazione Britannica, poi nel pacifico fu affondata dal sommergibile Giapponese I-19 con 3 siluri. Questa nave fu costruita per colmare il vuoto nel settore navale di WASHINTON, aveva un armamento formato da 8 cannoni da 127mm; una velocita di 29nodi e una potenza di 7500 cavalli; un difetto era quello della scarsa protezione sia sul fianco che al ponte.

UN PREGIO COME SI VEDE NELLA FOTO E’ CHE POTEVA CONTENERE UNA QUANTITA’ ELEVATA DI VELIVOLI

Colt Mustang

Colt mustang xsp

Quest’arma è in pratica una linea di pistole prodotte dal 1983 al 1996; e camerate per il 380 ACP ( esiste una versione aggiornata e rivisitata in polimero che è la XSP, quella nella foto per intenderci.) In apparenza può sembrare una 1911 e lo è a colpo d’occhio ma con un telaio più corto, rispetto ai modelli Governament; anche il percussore è simile a quello di una 1911, ma adattato a questa pocket gun’s che poi ha spopolato proprio per questa caratteristica cioè il peso e le dimensioni ridotte.

Ma parliamo dell’arma:

Questa semiautomatica è disponibile in acciaio brunito e acciaio inox, ha una canna da 2,75, ottiche e mire fisse, dotata di sicura manuale e al percussore, la pressione media del grilletto è di 2kg e 131 grammi di circa 4.7 libbre, la presa dell’arma è salda grazie a grip delle guancette; tutti i pulsanti sono facilmente accessibili e la precisione è eccelsa.

Comunque in conclusione un ottima arma da difesa personale e per allenarsi al poligono, e anche esteticamente molto carina…..