STONER 63

I primi modelli di Stoner 63, furono prodotti nel febbraio del 1963 fucile d’assalto nasce intorno alla sua cartuccia 5,56×45(come il precedente che era lo Stoner 62 che era basato sulla cartuccia 7,62 NATO); in questo progetto Stoner aveva l’idea di utilizzare, un unico ricevitore per un unica famiglia di armi( gli Stoner permettono al ricevitore di fucile di essere ruotata di 180 gradi e di montare componenti, LMG in questo modo Stoner aveva ideato un sistema modulare costruito con AR15 che i sottosistemi potevano essere montati in qualsiasi configurazione); conosciuto nell’ambito militare come USMK23MOD0,e messo in campo nella guerra dell’Vietnam. Le prime versioni erano alimentati a sinistra e davano problemi di alimentazione, perché i proiettili riflettevano sulla camera d’espulsione poi il sistema Stoner era troppo pesante e costoso da produrre e anche molto sensibile a sporcizia e polvere; infatti non fu mai ampliamente prodotto per la difficoltà di manutenzione. La versione migliorata uscì dopo la metà degli anni 60, in poche parole era la versione migliorata e alleggerita del MOD0 che era lo STONER63A; fu prodotto perché il 63 aveva prestazioni troppo basse per permettere ad un fucile, d’assalto(M16) per funzionare in modo affidabile. Avevano un funzionamento metastabile, la versione migliorata aveva una capacità di caricatore ridotta a 100 colpi perché di più andava a sbilanciare il fucile; il progetto fu abbandonato nel 1971. L’INVENTORE FU CONSIDERATO INSIEME A J.M.BROWING, E KALASHNIKOV IL PROGETTISTA DI ARMI PIU’ FAMOSE DELL’20’ SECOLO.