CANNONCINO PUCKLE 1718

redodon Quest’arma che risale agli inizi dell’1700 anche se estremamente goffa, e per l’era attuale non è nulla di che; perché se pensiamo che sparava 63 colpi ogni 7 minuti; che poi sono l’equivalente di 9 colpi al minuto, ci verrebbe da ridere se paragonata alle mitragliatrici moderne che sparano anche cicli di 900/1000 colpi; però rimane un simbolo, perché la puckle incorpora tutte le caratteristiche di una mitragliatrice moderna è cioè la camera sigillata per la dispersione dei gas al momento dello sparo , e il caricamento rapido che per le tecnologie di quel tempo erano estremamente avanzate. Questo cannone navale che richiamava un po’ la carabina spencer; aveva un funzionamento a pietra focaia; e generalmente montata su treppiede non raggiunse mai la produzione di massa era in calibro 25 o 32mm con un tamburo che poteva ospitare 5,7,11 colpi.
il tamburo della pukle poteva essere cambiato perché estraibile
Per finire questo cannone navale, aveva una lunghezza di canna che andava da 32mm a 910mm e poteva essere caricata con colpi tondi e quadri; può essere definito il primo cannone/mitragliatrice della storia.