AGGIORNAMENTO SUL FUCILE CETME PRIMA VERSIONE

IL MODELLO A; CHE FU LA PRIMA VERSIONE PRODOTTA DALLA DITTA SPAGNOLA, FU L’EVOLUZIONE DEL MODELLO 2 IN CALIBRO 7,92X40MM; CALIBRO ABBANDONATO CON L’AVVENTO DELL’ 7,62X51 CHE E’ APPUNTO IL CALIBRO DELLA VERSIONE A DI CETME MA IN VERSIONE RIDOTTA; IL FUCILE IN SE RICORDA MOLTO IL FUCILE D’ASSALTO TEDESCO STUNGEWER; QUESTO MODELLO FU LA BASE PER L’INTRODUZIONE DEL FAMOSISSIMO FUCILE G3 H&K.

LA DOTAZIONE DI QUESTO FUCILE AL ESERCITO FU MOLTO LIMITATA.

CETME modello L

Questo fucile d’assalto sviluppato dalla azienda di Madrid CETME fondata alla fine degli anni 40′ per sviluppare armi di piccolo calibro per l’esercito spagnolo.

Il modello L fu prodotto dal 1986 agni inizi degli anni 90; andò a sostituire il modello C, e diversamente agli altri modelli era dotato di una rigatura migliore a 12 pollici, la canna utilizzava lo stesso rompifiamma del M16A1 e anche il caricatore era intercambiabile visto che era standard nato; il fucile è dotato di selettore di tiro in 3 posizioni, è camerato per la cartuccia 5,56x45mm ed il sistema d’arma è quello del fucile G3 cioè a ritardo di apertura a funzionamento di tipo metastabile.

WZ88(AK74 POLACCO)

Questo fucile d’assalto uscì nella versione definitiva nel 1989 con la denominazione di WZ88; inizialmente quest’arma basata sul AK47 sovietico era in calibro 5,45×39 per poi essere convertito in 5,56×45; le parti del fucile sono completamente intercambiabili con quelle del AK e AKM.

Prodotto dal 1990 al 1994 dalla FB RADOM; il WZ88 ha una lunghezza di canna di 415mm, un funzionamento a gas con chiusura metastabile e selettore di tiro in 3 posizioni con caricatore da 30 colpi (possibilità di usare caricatori maggiorati da 45 cartucce dell’RPK-74); dotato di calcio pieghevole simile alla versione sovietica, impugnatura a pistola, può montare sia visore notturno che baionetta.

QUESTO FUCILE FU USATO NELLA GUERRA IN KOSSOVO.

Vlog SUL CALIBRO 12 (PARTE1)

Questo calibro per anima liscia è molto versatile, ed è ottimo anche per la difesa abitativa se caricato a dovere;(usando pallettoni n°9 a 11 zero hanno un potere d’arresto di tutto rispetto) la cartuccia è formata da un fondello in ottone e un corpo per lo più in plastica; si mette la polvere in fondo per poi mettere una bora contenitrice per il pallini o pallettoni per poi essere chiusa con una chiusura stellare o classica oppure ogivale; per effettuare una buona ricarica e avere una pressione costante per tutta la cartuccia vengono utilizzati “dies”.

Diversamente dal anima rigata che il calibro viene ricavato dai pieni di rigatura; nel anima liscia corrisponde al numero di sfere ricavate da una libbra di piombo aventi lo stesso diametro; per quanto riguarda la stabilizzazione del proietto, visto che parliamo di anima liscia quindi la rigatura è assente si possono usare delle alette stabilizzatrici che però peccano un po’ sulla precisione del tiro………

IL CALIBRO 12 CONTINUA NEI PROSSIMI ARTICOLI………..

TAURUS MOD.82(PARERI PERSONALI)

Questo revolver di discreta fattura, se messo in paragone con il modello 10 Smith&Wesson che a mio punto di vista è meglio anche se costa di più e i materiali sono migliori; anche se TAURUS fa revolver di tutto rispetto a prezzi molto convenienti.

Il modello 82 fu adottato per anni dalla polizia brasiliana; in 40 S&W e da quella Indonesiana camerato in 38Special; l’arma è completamente fatta in acciaio ha un telaio medio( di tipo D credo perché il tipo N usci col modello 29 S&W ed era più grosso); come tutti i revolver funziona sia in doppia che in singola azione.

esempio di arma camuffata

UN ESEMPIO DI ARMA CAMUFFATA PUO’ ESSERE IL BASTONE FUCILE, CHE APPARENTEMENTE ERA UN CLASSICO BASTONE DA PASSEGGIO MA IN VERITA’ E’ UN ARMA DA FUOCO; CI FURONO UN SACCO DI BREVETTI UNO DEI PRIMI ERA QUELLO DI JOHN DAY NEL 1825 CHE BREVETTO’ UN SISTEMA DI ACCENSIONE SOTTO IL CANE; UN ALTRO BREVETTO ERA DI UN FRANCESE CHE BREVETTO’ IL SUO PRIMO BASTONE FUCILE NEL 1876.I PRIMI BASTONI FUCILE SI CARICAVANO COME I MOSCHETTI, POI QUANDO SI PASSO’ ALLA PERCUSSIONE SI RIUSCIVA A SPARARCI ANCHE GROSSI CALIBRI E PER RICARICARE BASTAVA GIRARE LA TESTA DEL BASTONE E TIRARE PER ACCEDERE ALLA CAMERA DI CARTUCCIA.

.NOTA: Le armi camuffate sono illegali in Italia e non è permesso detenerle per nessun motivo; l’ unica arma camuffata(anche se non lo è) che si può acquistare e detenere avendo apposita licenza è il bastone animato cioè un bastone con una lama celata all’interno.

41 ACTION EXPRESS

Questa cartuccia di tipo REBATED o in italiano ribassato cioè il collarino ha un diametro inferiore al corpo della cartuccia al quale si riconnette al bordo superiore troncoconico dell’corpo della stessa; il 41 ACTION EXPRESS che è la cartuccia in questione fu progettata verso la fine degli anni ottanta e basata sulla munizione 41 magnum(10.4x33mmR) riducendone la potenza; il calibro è balisticamente molto simile al 40S&W infatti anche i manuali di ricarica elencano più o meno gli stessi dati, la sua velocità alla volata dell’arma è di 300/340m/s con una pressione massima in bar di 2550.

VLOG SUL FUCILE MODELLO 1887

QUESTO FUCILE FU DISEGNATO DA J.M.BROWNING; IL MECCANISMO E’ MOLTO EFFICENTE E BEN FUNZIONAMTE MA ANCHE MOLTO DELICATO DOVUTA DAI COMPONENTI, CHE PER QUESTIONI DI PESO NON POTEVANO ESSERE ROBUSTI. IL MODELLO 1887 E’ UN FUCILE A LEVA CON CARICATORE TUBOLARE SOTTO LA CANNA A 6 COLPI E FU ANCHE IL PRIMO FUCILE A RIPETIZIONE MANUALE CHE HA AVUTO UN SUCCESSO COMMERCIALE ELEVATO.

VLOG SUL MAUSER SR86

Questo fucile ideato e sviluppato da Mauser durante gli anni 80 è un aggiornamento, o meglio una miglioria del SP66; in sintesi è un po’ più lungo, e anche più leggero del SP66 sempre ad otturatore girevole scorrevole con caricatore a 9 colpi; ma la differenza sostanziale è che la potenza è aumentata…..( VI INVITO A VEDERE L’ARTICOLO DEL SP66)

PESO:4,9KG

LUNGHEZZA:1270MM

CALIBRO:308WIN

AKM UN ALTRA VARIANTE DEL FAMIGERATO KALASHNIKOV

Questa variante dell’AK-47, entrò in servizio quasi insieme al RPK forse un anno prima perché RPK entrò agli inizi degli anni 60′; invece AKM nel 1959 comunque fu prodotto presso l’arsenale di TULA, l’arma rispetto alle altre versioni ha l’impugnatura abbassata per fare in modo che possa ospitare un lancia granate, più leggero rispetto al suo compare AK-47 di circa un kg e mezzo; il funzionamento è il medesimo cioè metastabile a presa a gas è camerato per la munizione 7,62×39 o M43 sovietica; il caricatore è da 20/40 colpi ma può montare il caricatore dell’RPK circolare(come rappresentato nella foto); può sparare sia in automatico che in semiautomatico tramite un selettore di tiro presente sul carrello dove c’è anche la sicura.

COME NELLE ALTRE VARIANTI LE PARTI ESSENZIALI D’ARMA SONO INTERCAMBIABILI CON AK-47/RPK/RPD ECC…