Monthly Archives: marzo 2020

UNA PICCOLA DISTINZIONE

UN ESPLOSIONE IN GENERE AVVIENE PER AZIONE INNESCANTE IDONEA DI UNA SOSTANZA O DI UN MISCUGLIO DI SOSTANZE CHE IN BREVE TEMPO GENERANO GAS E ALTISSIME PRESSIONI CHE SI DILAGANO IN QUANTO LA FORZA LAVORO E’ CONCENTRATA.

IL FENOMENO ESPLOSIVO PUO’ AVVENIRE IN DU ORDINI DI GRANDEZZA:

LA DEFLAGRAZIONE: CHE E’ PIU’ LENTA RISPETTO LA DETONAZIONE INFATTI AVVIENE PER DECIMI DI SECONDO A VELOCITA’ SUBSONICA; E ANCHE LEI COMPRENDE DEI SOTTO GRUPPI CHE SONO:

ACCENSIONE: CHE E’ LA PARTE INNESCANTE

INFIAMMAZIONE: CHE E’ IN PRATICA LA PARTE ESTERNA DELL’ ESPLOSIONE

COMBUSTIONE: CHE IN GENERE SI PROPAGA A CARATTERE PROGRESSIVO.

POI ABBIAMO IL SECONDO FENOMENO CHE E’ LA DETONAZIONE E QUESTA E’ SUPERSONICA E AVVIENE PER MILLESIMI DI SECONDO.

Con questa breve spiegazione di come si comporta e cos’è un esplosivo; volevo aprire una parentesi sugli esplosivi innescanti che a mio parere sono anche i più cazzuti.

Gli esplosivi innescanti sono in pratica detonatori primari (quelli che fanno si che l’esplosione avvenga) uno dei più conosciuti è la nitroglicerina che fu scoperta da un professore universitario di nome Ascanio Sombrero nel 1847; questa soluzione oleosa incolore ha la particolarità di essere molto instabile agli urti e non solo; per renderla stabile la maniera più veloce è congelarla o portarla a una temperatura inferiore ai 18° gradi.