30.06 SPRINGFIELD

Questa cartuccia introdotta dagli Stati Uniti, deriva dalla cartuccia 30.03 che uscì col fucile che andò a camerarla, che era lo Springfield 1903; il 30.03 era una cartuccia molto performante e molto potente, con velocità che toccava i 700m/s ma venne sostituita dal 30.06 perché causava problemi alla canna in particolare alla rigatura erodendola.

Con l’avvento del 30.06 il fucile Springfield gli furono apportate modifiche, sia alla camera di cartuccia che alla canna, accorciandola; e altre modifiche in modo da ridimensionare il fucile per renderlo idoneo a ospitare la nuova cartuccia; che poi rimase in servizio per 50 anni.

Oggi questa cartuccia anche se ancora in commercio; viene usata da pochi amatori per uso caccia e per altri è considerata obsoleta soprattutto con l’avvento del famigerato calibro 5,56x45mm oggi in uso anche dall’esercito Italiano.