Monthly Archives: maggio 2020

KALASHNIKOV

kals

Kalashnikov iniziò a interessarsi della progettazione di armi leggere, mentre era convalescente per ferite riportate in battaglia. Quest’arma doveva rimpiazzare, in via definitiva il PPSH41/PPS43; i disegni del progetto vennero presentati nel agosto 1946.L’AK-47 è un fucile d’assalto sovietico, a fuoco selettivo operato a gas e camerato per il 7,62×39 o m43 sovietico. L’ak47 si può definire come un ibrido delle tecnologie precedenti di armi con sistema di bloccaggio del M1 GARAND, e sicura del Remigton 08 e la presa a gas del fucile d’assalto tedesco STG44. IL caricatore standard contiene 30 cartucce, ma esistono caricatori maggiorati da 40 e 75 colpi, il calcio può essere pieghevole o fisso, quello fisso solitamente in legno. Kalashnikov fu anche l’ideatore di molte altre armi tra cui la mitragliatrice PK, che sparava la potente cartuccia (7,62x54R) del fucile MOSIN NAGANT. Nella serie AK ci furono altre evoluzioni( tipo AK100), pensati per trovare uno sbocco commerciale, a livello internazionale delle diffusissime cartucce dei calibri 7,62-5,56-5,45. L’ak47 fu adottato da ben 55 nazioni, ne furono venduti fino ad oggi 100milioni di pezzi. Ai funerali di Kalashnikov  era presente pure Putin, Kalashnikov era l ideatore di un fucile compatto e efficiente inventato per carenza di fuoco della brigata rossa.nini