Monthly Archives: giugno 2020

MITRAGLIATRICE DP

Questa mitragliatrice leggera da squadra progettata da VASLIIJ ALEKSEEVIC DEGTIJAREV e entrata in servizio nel 1928; era un arma automatica con molti pregi di cui la facile pulizia e manutenzione, il non incepparsi anche se veniva immersa nel fago però aveva anche dei difetti come i piedini d’appoggio che erano fragili e molto inclini alla rottura e il caricatore rotondo, soprannominato giradischi che conteneva 49 colpi ma erano pochi vista la sua modalità solo automatica con una cadenza di 500 colpi al minuto; la mitragliatrice camerava il calibro 7,62x54R aveva un funzionamento a presa a gas, e una sicura situata dietro al ponticello del grilletto comoda per il tiratore nel caso dovesse disattivarla per sparare.

L’arma fu in dotazione all’armata rossa, e ancora oggi è utilizzata nelle guerre tra africani e asiatici.

7,65x17mm Browning(32ACP)

Questa cartuccia fu concepita da Browning alla fine dell’1800; per essere camerata nella pistola semiautomatica Belga FN1900; prodotta dalla FN e molto simile a cartucce come il 7,65x17SR Frommer Long, nasce come munizione con innesco Berdan per poi essere sostituito negli anni 80 con quello Boxer. Il 7,65 Browning è di tipo semi-rimmed, come prestazioni è superiore al 22LR e anche meno aggressiva perché il rinculo è molto lieve; quindi ideale per gente con poca manualità con le armi da fuoco; infatti fu un successo commerciale anche in Europa soprattutto per la difesa personale che è reputata ancora oggi ottima.

Questa munizione fu camerata anche nella COLT1903 che fu adottata in questo calibro; e anche in molte pistole mitragliatrici tra cui la Skorpion.