DT11(beretta)

Questo nuovo fucile ideato dalla fabbrica d’armi Pietro Beretta è il successore del fucile DT10 che fece un grande successo; il modello qui in descrizione ha particolarità e uno stile molto elegante infatti a differenza del modello precedente la bascula si presenta più larga dando un forte senso di stabilità, la bindella è in carbonio che è un materiale molto più leggero ed efficiente del metallo; il calcio è in legno pregiato(noce nazionale di alta qualità) con zigrinatura fatta a mano sia sul calcio che sul astina. Il sistema d’arma è a chiavistello passante e come tutti i sistemi Beretta è molto affidabile; camerato per il calibro 12 (18,5) con camera da 70mm, ma il pezzo forte di questo fucile è la canna fatta in acciaio trilegato che prende il nome inglese di STEELIUM PRO, che conferisce maggiore stabilità nel tiro e maggior precisione; in ultimo abbiamo lo scatto con mono grillo regolabile in funzione della mano del tiratore(ovviamente lo scatto è velocemente sostituibile ed estraibile).

Che dire un ottimo fucile con un peso del tutto accettabile cioè vicino ai 4kg; direi quasi un opera d’arte e visto che mi pare non sia in serie secondo me adotta pure un demoblock integrale vista la perfezione maniacale sui dettagli e sulla meccanica, comunque per il fucile che è costa anche poco, mi pare si aggiri sui 10 mila euro e niente a voi la scelta…..