Monthly Archives: agosto 2020

MG34

MG34-MG42

Fu la prima mitragliatrice prodotta dalla mauser dal 1935 al 1945, era in calibro 7,92x57MAUSER con funzionamento a sfruttamento diretto del rinculo(il congegno di scatto era simile al MG13); con otturatore rotante era alimentata con cassetta da 200 colpi con caricatori da 50 colpi; nella versione alleggerita veniva usato un tamburo chiamato GORTTROMMEL34. L’arma era compatta con una lunghezza di 122cm e un peso di circa 12kg. MG34 aveva dei pregi ma anche qualche difetto: il difetto sostanziale era l’eccessivo costo di fabbricazione e la scarsa tolleranza nella lavorazione e poi era molto complicata; infatti studiarono un alternativa che era l’mg42, un altro difetto era il nastro di trascinamento che era debole e presentava delle deformazioni.

ORA PASSIAMO HAI PREGI:

Il successo di questa mitragliatrice fu immediato e fu messa subito in produzione, ne fu sviluppato un concetto tattico chiamato “mitragliatrice universale”; e fu la prima mitragliatrice multiruolo prodotta in massa. Le caratteristiche balistiche del MG34 erano eccezionali; aveva un elevata celerità di tiro soprattutto efficace contro i velivoli a bassa quota; aveva anche un efficace raffreddamento ad aria mediante un manicotto forato che avvolgeva la canna disperdendo calore(nella versione sui corazzati il manicotto era più robusto). Come ultimo pregio ma non poco importante era l’impugnatura a pistola che la rendeva una via di mezzo tra una pistola mitragliatrice e un arma pesante.  

BROWN BESS

Il fucile Land Pattern, soprannominato BROWN BESS molto probabilmente per il colore marrone; fu una delle armi più importanti mai realizzata che accompagnò i soldati in battaglia per 100anni, anche se il fucile era pesante e impreciso vista l’assenza di rigatura il colpo sparato andava un po’ dove voleva ed inoltre per caricare l’arma occorrevano quasi 20 movimenti; e anche il calibro non era proprio a favore del tiratore tanto che venne ridimensionato per l’eccessiva incrostazione della canna.

Il suo sistema a pietra focaia(o anche detto selce che poi è la pietra) è fonte di un grande studio messo appunto da un francese, che prendendo spunto da vari funzionamenti dell’epoca riuscì a crearne uno migliore.

Il Brown Bess era in calibro 75. per usare quest’arma ci voleva molta dimestichezza; anche perché il colpo andava a segno pochissime volte e per avere un totale di colpi sparati, dovevi essere esperto nel farlo( di solito erano circa 4 al minuto con una portata di 100m; ma secondo me molto meno). L’arma venne modificata nel tempo e migliorata come il caso di Patrick Ferguson che nel 1770 usò 100 dei suoi fucili sperimentali per metterli a disposizione dai soldati durante la guerra di indipendenza Americana.