Monthly Archives: settembre 2020

IL MODELLO 3 S&W

Questo revolver prodotto da Smith&Wesson originariamente nato per camerare la cartuccia 44S&W poi successivamente camerato anche in 44Henry(11x23mm); il nominativo di questa cartuccia prende il nome dal fucile a cui fu camerata cioè il fucile Henry fu brevettata nel ottobre del 1860. Ma tornando al revolver modello 3 che fu messo in produzione sia in America che nel arsenale di TULA; il modello russo non fu di grande successo(almeno in Russia) anche se al progetto ci lavorano numerosi armaioli; al revolver li furono apportate anche delle modifiche nel corso della storia che prevedevano l’abbandono della vecchia azione con un sistema rotante a pistoncino; l’arma in questione fu ampiamente copiata da quello che ho potuto capire io ne esiste un modello (ne esisterà più di ma il conosco questo che è quasi identico); prodotto dalla Merwin&Hulber in calibro 44-40WCF nel 1875; un anno dopo l’inizio di produzione del modello russo che fu prodotto fino al 1878; quello che rimase più in produzione è quello americano che durò fino al 1915.

IL REVOLVER NEL IMMAGINE OVVIAMENTE NASCE SENZA IL PONTICELLO DEL GRILLETTO; IL TAMBURO PUO’ OSPITARE FINO A 6 CARTUCCE, L’ARMA SPARA AD AZIONE SINGOLA E IL SUO PESO SI AGGIRA INTORNO AL CHILO E MEZZO.

CENTRO AL PRIMO COLPO?

NON ESISTE UNA VERA E PROPIA PROCEDURA PER ESSERE CERTI DI COLPIRE UN BERSAGLIO SEMPRE AL PRIMO COLPO; L’UNICA VERA SOLUZIONE E’ L’ALLENAMENTO COSTANTE PERO’ CI SONO UN PAIO DI CONSIGLI UTILI PER FACILITARE IL RAGGIUNGIMENTO DELL’OBBIETTIVO:

Il primo consiglio che mi sento di dare è quello di prendere una ottima dimestichezza con la vostra arma, a tal punto che non deve più essere un oggetto ma in caso di arma lunga un prolungamento del vostro braccio.

il secondo è la accurata scelta del calibro, perché può sembrare una stupidata ma un neofita che non ha mai sparato con calibri troppo aggressivi potrebbe spaventarsi mettendo in pericolo la sua incolumità e quella altrui in caso della partenza di un colpo accidentale.

il terzo è di non essere troppo sicuri di sé anche se vi allenate da tanto bisogna sempre avere un bricciolo di timore dell’arma che si brandeggia perché la troppa sicurezza può portare ad eventi poco piacevoli.

QUESTE SONO SOLO MIE RIFLESSIONI PERSONALI….