sistema STABILE A BLOCCHETTO OSCILLANTE

Questo sistema di tipo stabile geometrico ideato nei primi anni del 1800 e già presente sulla Mauser C96; a differenza del sistema stabile include un terzo elemento che è appunto il blocchetto collocato tra canna e carrello con l’utilità di renderli solidali in chiusura; questo blocchetto in pratica ha la funzione di liberare il carrello quando è in posizione abbassata. Questo sistema fu largamente usato prima nella Walther P38 poi ripreso da Beretta nel modello 51 e 52 e anche in altri modelli tra cui uno molto conosciuto che è il 92.

LA UNGHERESE DANUVIA 39M

Questa mitragliatrice ungherese prodotta da PAUL D. KIRALY; ispirata alla pistola mitragliatrice di casa Beretta (MAB38), camerata per la cartuccia 9×25 Mauser rimase in dotazione fino agli anni’50 e utilizzata per tutta la seconda guerra mondiale( ne esiste una variante di quest’arma maggiormente prodotta dell’arma originaria con la differenza di avere la canna un po’ più corta e il calcio abbattibile” come rappresentato nella foto”.

Il fucile è compatto, molto adatto al combattimento ravvicinato soprattutto con baionetta innestata di tipo 35M “STANDARD”; il peso non è eccessivo ad arma carica che si aggira sui 4,5 kg, lo smontaggio si effettua premendo un pulsante di smontaggio e ruotando l’arma di 90°; il caricatore ha una capienza di 40 colpi con selettore di tiro in 3 posizioni con una cadenza ciclica di 750 giri al minuto; ha una velocità alla bocca di 463M/S ed un tiro utile di circa 600 metri.

IL DANUVIA 39M FU RIMPIAZZATO DAL PPSh-41 NEGLI ANNI ’50.