Monthly Archives: novembre 2020

UN BREVE ACCENNO SUL 6MM CENTRALE FALCO

La Falco Arms produce fucili ad anima liscia, un esempio di un loro fucile che camera questa munizione è il Colt’s standard che è un arma lunga dalla lunghezza complessiva di 60cm quindi per definizione è un fucile a tutti gli effetti.

Per quanto riguarda la munizione è a innesco centrale con una grandezza massima di 4,45mm quindi small pistol, come già detto è usata nei fucili da caccia(infatti la munizione mi pare sia rimmed); ed è a tutti gli effetti riconosciuta dal C.I.P(commissione internazionale permanente delle armi da fuoco portatili).

LA PERCUSSIONE CENTRALE

L’introduzione di questo tipo di percussione avvenne verso la fine del 1800; questo sistema a differenza di quello anulare che la percussione avviene perifericamente dal bossolo, nel sistema a percussione centrale invece la capsula di innesco è situata al centro del fondello(contenente una percentuale di fulminato di mercurio che in questo caso fa da innescante); la polvere compressa all’interno una volta che la capsula di innesco viene colpita dal percussore innesca due tipi di fenomeni che sono detonazione e deflagrazione; inoltre i sistemi di percussione centrale possono essere suddivisi in due categorie cioè Boxer a un foro di vampa oppure Berdan a due o più fori. Questo sistema usato anche oggi è in continuo sviluppo e molto diffuso.

CURIOSITA’: una delle prime cartucce a percussione centrale fu la 44Henry prodotta dalla Winchester.

32.20 Winchester

Questa cartuccia direi interessante uscì in contemporanea con il 32.21 Marlin, fu progettata e disegnata dalla stessa Winchester, e introdotta nel 1882 come cartuccia a polvere nera e se riadattata poteva essere camerata nel fucile Nagant1895; e anche se oggi viene ancora prodotta, risulta una cartuccia obsoleta e da pistola come scritto nel catalogo Remington.

Il 32.20 è una cartuccia ad innesco centrale di tipo semi-rimmless, il fondello misura 8,13mm e la sua lunghezza complessiva è di 40,4mm; ancora oggi ritenuta una cartuccia degna di nota per la sua affidabilità e camerata in fucili come il Winchester modello 92 e modello 65 anche loro fucili che si commentano da soli(in senso buono ovviamente). Per quanto riguarda la ricarica questa munizione si affaccia ai ricaricatori con esperienza perché non è semplice affatto.

CZ75

Questa pistola semiautomatica, che può vantare di essere l’unica arma che può competere veramente con la Colt M1911 sia a livello meccanico di sistema che è lo stesso cioè metastabile, la differenza è minima sul funzionamento che essendo un alternativa al sistema browning modificato è molto simile; comunque questa pistola non è per tutti e quando dico questo è perché devi avere una certa dimestichezza per smontare l’arma anche se semplice visto che fu la base di molti similari sul mercato, la più famosa è la Tanfoglio infatti le loro armi sono una garanzia.

La CZ75 prodotta dalla Cezka Zbrojovka e progettata dai fratelli Koucki; con corpo in acciaio e canna cromata uscì in Cecoslovacchia in munizioni come 7,62x25mm e 9x18mm; con caricatori a 15 cartucce per i primi modelli poi a 16 cartucce; fu prodotta anche in 9×19 e in 40S&W. L’arma appena prodotta non fu subito messa sul mercato perché agli inizi fu progettata come arma militare ma poi finì per essere consumer nel 1993, e in Cecoslovacchia fu venduta solo verso il 1985.

COME TUTTE LE ARMI FAMOSE FU MOLTO CLONATA O FATTI MODELLI MOLTI SIMILI TIPO LA JERICO 941 O LA SIG210 MA QUESTA SOLO DI ESTETICA PERCHE’ PER IL RESTO ASSULUTAMENTE NO!