SIG210

fre

Questa pistola semiautomatica ad azione singola, anche soprannominata la ” ROLLS-ROYCE” delle semiautomatiche e rimasta in produzione fino al 1975 dal esercito svizzero. La SIG denominata 47/8 nella versione commerciale della 210, la versione 47/8 ebbe un seguito con la versione definitiva, che fu adottata definitivamente nel 1948 con la denominazione ufficiale di MOD49( il modello 47/8 venne accompagnata dalla sigla SP cioè SELBSLADE-PISTOLE, ANNO 1947 E CARICATORE DA 8 COLPI). La pistola venne progettata dall’ ingegnere Petter, il sistema di chiusura Petter che poi non è altro una variante del sistema BROWNING brevettato in Francia/svizzera sul modello 35; che nacque per sostituire il vecchio revolver d’ordinanza 1892. La 47/8 nacque per rimpiazzare la Luger che secondo l’esercito svizzero era troppo esile come potere d’arresto e inadeguata per l’utilizzo bellico.

mil-mi 24

lo sviluppo del mil-mi24 inizia quasi contemporaneamente a quello della concorrenza del occidente, il bell- h1 cobra alla metà degli anni 60 quando entrambi gli schieramenti compresero la necessità di disporre di elicotteri da combattimento pesanti in grado di infliggere gravi danni al nemico. la prima versione del mil-24 denominata dalla nato hind-A e stata osservata in gran numero di esemplari nella Germania orientale nel 1974 e si pensa perciò che il primo volo al incirca nel 1968. la nato ha assegnato a questo nuovo elicottero il nome hind ,la prima versione di produzione su vasta scala hind-A  ha un rotore di coda molto simile a quello serie mi-8 ma in tutte le versioni e posto verso sinistra del piano di deriva , cosi da produrre un effetto trazione anzi che spinta. l armamento classico ha un peso complessivo di 1275 kg , il tipo di mitragliatrice non e noto in occidente ma si tratta certamente di un arma a fuoco rapido a 4 canne valutato pari al 12,7. questa prima versione che non dispone tutta via dei sensori per volo notturno e per il volo a qualsiasi condizione di tempo costituisce per altro un punto di riferimento del progetto base per i successivi modelli di base. l ultima di molte varianti è un elicottero da combattimento con un bel muso aereodinamico dalla quale e scomparsa una mitragliatrice e al suo posto troviamo sulla fiancata destra al di sotto del portello del abitacolo del pilota un lungo involucro contenente un cannoncino gsh-23 a canne binate che viene puntato sul bersaglio come avviene negli aerei da caccia grazie agli spostamenti del che il pilota impone al velivolo. il modello mi-24 modificato denominato A-10 è stato utilizzato in diversi tentativi record del mondo velocità e tempo di sacità . l elicottero è stato modificato per ridurre il peso una misura e stata rimuovere l albero del mozzo. la fusoliera de MIL-24 è pesantemente corazzata tanto da resistere ad attacchi di mitragliatrice 12,7 da tutte le angolazioni. l industria si concentrò sulla produzione di un velivolo capace di svolgere anche il ruolo di trasporto truppe d assalto e dimensioni maggiori rispetto al BELL-H1 COBRA.

 

 

 

 

ingram2000

Con lo scioglimento della ex Jugoslavia nel decennio 1990 molti dei paesi che si staccarono dalla federazione si ritrovano ad avere una capacità industriale nel campo della produzione degli armamenti decisamente ridotta insufficiente per le capacità belliche degli anni seguenti, in quasi tutti i paesi del ex Jugoslavia ; dunque furono progettate armi che potessero essere prodotte a livello locale e decentralizzato anche in officine di piccole dimensioni dotate di macchinari modesti. le Ingram 2000 e Ingram 2002, di produzione croata  sono tra queste, si tratta di pistole-mitragliatrici prodotti su scala modesta sui primi anni di guerra tra la Serbia e la Croazia. alla fine della guerra nonostante gli ordini delle autorità giudiziarie Croate abbiano portato alla distruzione di molti esemplari il grosso della produzione fini sul mercato nero europeo. le pistole-mitragliatrici Ingram 2000 e Ingram 2002, progettate dal ingegnere Mirko Vugrek , che sono le varianti delle stesso design, ispirate in parte alle assault pistols molto in voga sul mercato U:S:A nel decennio 1980, anche se la Ingram 2002 differisce significativamente dal modello precedente dal punto di vista estetico. la costruzione piuttosto semplice nonostante l aspetto in un certo qual modo “futuristico” di ambedue i modelli , si basa sul impiego di tubi metallici per i castelli superiori, lamiera stampata e di plastiche pressofuse per i semi castelli inferiori. i caricatori del modello Ingram 2000 in lamiera stampata sono caricatori da 20/30 colpi calibro 9×19 e sono forniti di una sorta di minigonna inferiore in plastica mentre la Ingram 2002 e camerata x lo stesso calibro e impiega caricatori stile Uzi. il selettore di tiro posizionato sul lato sinistro, raggiungibile col pollice della mano forte consente la selezione di tre posizioni s x=sicura, 1x=fuoco semiautomatico , rx=raffica.

LA MAUSER HSC

ber

La mauser HSC ( HAhn-selbstspannel C)è una pistola a doppia azione , progettata da ALEX SEIDEL ed è una delle pistole più belle del decennio 1930/40. Concorrente diretta della PPK e PP e dalla 38H per impiego delle forze di polizia; questa pistola si differenzia dalle altre per un particolare: ogni volta che viene sparato l’ultimo colpo, il carrello indietreggia e rimane aperto fino a che non si inserisce un nuovo caricatore, indifferentemente da che sia pieno o vuoto; se messo pieno il colpo verrà camerato automaticamente.cxz

L’impugnatura ben dimensionata con una vite a lato, poi verrà messo in centro in centro per questione di fragilità del bordo. La HSC utilizzata per tutto il corso della guerra e anche dopo; il sipario calerà verso la metà degli anni 60, per poi essere prodotta solo in serie limitata per collezionisti e appassionati. Ha un sistema di sicurezza, che blocca il congegno di scatto cosi l’arma anche premendo il grilletto, il cane appoggia sul castello senza nessuna reazione. L’ARMA HA UN CARICATORE MONOFILARE DA 8 COLPI(32ACP) E 7 COLPI (380ACP) ESISTE PIO UNA VARIANTE CHE E’ LA HSC SUPER CAMERATA PER IL 9X17 O 380ACP.

 

FULL-AUTO/ MODALITA’ AUTOMATICA

Le armi automatiche sono quelle armi che tenendo premuto il grilletto riescono a sparare in successione tutti i colpi contenuti in un caricatore o una serie di questi; si sente questo termine usato in modo improprio esempio come una Colt 1911 automatica ecco no! la 1911 è semiautomatica cioè ogni pressione del grilletto equivale a un colpo sparato, poi è vero in queste armi corte ogni volta viene camerato un colpo prima della fine del processo di sparo; appunto per avere l’arma pronta ed è proprio per questo che viene definita semiautomatica e ora qualche appunto…

Le mitragliatrice a grande velocità ciclica come può essere la Browning M2 hanno un sistema di raffreddamento ad aria proprio per le temperature molto alte che si generano in camera, le prime esempio la Purkley avevano un raffreddamento ad acqua proprio per evitare il surriscaldamento di cui sono molto soggette, inoltre in termini di progettazione ci sono molti dettagli da tenere in considerazione uno di questi è la stabilità per evitare l’impennamento( ricordiamo il MAC10 nato in 45acp gli fu montato un silenziatore per far si che l’arma si potesse usare in full-auto perché senza era ingestibile, ed essendo una munizione subsonica il silenziatore è ideale). I problemi che si possono riscontrare in questa modalità sono parecchi, un altro di questi è il peso; si perché un sistema molto adatto a questa modalità è quello a massa battente come ad esempio il fucile mitragliatore beretta PM12 in dotazione alle forze dell’ordine.

In fine possiamo trovare due tipi di modalità full-auto, quella a slot che di solito comprende 3 colpi in successione, esempio la beretta 93R che era dotata pure di selettore di tiro in tre posizioni; oppure totale cioè che svuota totalmente il caricatore solamente tendo premuto in grilletto in un tempo molto ridotto.

Bell H1 cobra

 Un elicottero d attacco a turbina, con rotore a due pale progettato e costruito in America. E frutto di un programma di emergenza finanziato da una società privata per trovare un alternativa al modello H-56A, l AH 1 è stato il componente fondamentale della flotta di elicotteri di attacco del US-ARMY fino a quando l esercito statunitense  lo ha sostituito con AH-64 apache.390px-Ah-1cobra_1
Fin dal primo volo del prototipo, effettuato il 7 dicembre 1965 fu basato sul modello 204,il modello 209 presentava una fusoliera originale sottile e slanciata con la cabina del pilota dello stesso tipo degli aerei da caccia.La storia e lo sviluppo, del BELL H-1 è strettamente connessa a quella del UH-1 il primo elicottero moderno di successo. Introdotto nel 1962 nella guerra del Vietnam fino a farne un icona del conflitto. l AH-1G HUEY-COBRAM iniziò a essere prodotto in serie nel 1966, nei primi 4 anni successivi ne furono consegnati mille unità ,la versione AH-IJ SEA-COBRA fu la prima versione a motori gemellari destinata ai marines americani.

CARATTERISTICHE

Tipo: elicottero controcarro, capacità di trasporto: pilota e copilota/cannoniere  sistema di propulsione: a turboalbero AVCO lymcoming  T53-703 da 1800HP (1343KV),armamento: otto missili TOW al esterno della fusoliera per gruppi di 7 o di 19 di uno qualsiasi dei 5 tipi di razzi da 69,9mm torretta general elettric sotto il muso della mitragliatrice M197 da 20mm a 3 canne ,PRESTAZIONI: velocità da 333 a 227km/h ,507km autonomia a pieno carburante. peso a vuoto 2939 kg.330px-AH-1Gs_USMC_NAN4-69