APPROFONDIMENTO SUL MG 42

Le prime proposte per ideare questa mitragliatrice, risalgono alla fine del 1930 ed era un insieme di idee già sperimentate in passato, e ritenute funzionali( e lo erano!); come esempio il sistema di alimentazione che era a tutti gli effetti valido ma molto simile a quello del M60 Americano; però ha molti punti a favore quest’arma, come la facilità di produzione, grazie alla sua struttura fatta in lamiera stampata tenuta insieme da punti di saldatura. L’MG42 è molto simile all’ MG34 anche nel funzionamento, ma non nella chiusura dell’otturatore;( la canna e l’otturatore sono uniti da dei rulli che sporgendo ai fianchi di essa, dentro ad apposita sede ricavata dal prolungamento della canna. Questi rulli escono al momento dello sparo; in questo modo permettono al otturatore e la canna che sono rigidamente vincolati, rinculano insieme per un breve tratto, dopo di che la canna si arresta grazie ai rulli; per azione di piani inclinati e venendo spinti disimpegnandosi, infine grazie alla forza data dal rinculo il carrello indietreggia, dando la possibilità al bossolo di essere espulso poi grazie alla molla di ricupero, il carrello tornerà in posizione iniziale). Inoltre all’MG42 fu fatta anche una modifica al sistema di caricamento, rinforzando la volata; così facendo aumentarono la velocità ciclica( ricordo che questa mitragliatrice spara solo a raffica, è possibile il colpo singolo ma molto difficile nella pratica); poi con l’accoppiamento del bipede era ottima anche per il tiro a distanza ravvicinata.

Possiamo tranquillamente classificare quest’arma come la più importate che partecipò alla seconda guerra mondiale, dopo la sconfitta dei tedeschi durante la guerra, MG42 fu ampiamente copiata con modelli quasi identici come esempio MG1 camerato per la munizione 7,62x51mm.

IL CALIBRO DELL’MG42 (7,92X57MM):Questo calibro nato ai tempi dell’impero tedesco intorno la fine del 1800; venne ideato per essere camerato in fucili con sistema di tipo stabile cioè che serve l’intervento dell’uomo per un corretto funzionamento, come per esempio un classico è il sistema Mauser( girevole scorrevole o meglio conosciuto come Bolt-Action); di queste cartucce ne esistono di due varianti: una con la denominazione IS cioè INFATERIE SPITZER e l’altra con la denominazione I cioè INFATERIE. La parola SPITZER ricordo che viene dal tedesco e significa acuminato; tra queste due versioni non cambia solo la denominazione ma la differenza è rilevante in quanto quella IS fu concepita per aumentare la capienza del bossolo e di conseguenza avere una maggiore carica; ma non è tutto siccome nel fucile che la camera la canna è ridotta sono andati a lavorare anche sui vuoti di rigatura aumentandoli così da avere un appoggio omogeneo al momento del throad( quando la palla entra nella rigatura). In fine la cartuccia IS visto che è quella migliorata ed anche quella leggera oltre che la denominazione prende il nome di M88, ed è un bossolo rimmles a tutti gli effetti con un innesco di tipo large( quindi con un foro di vampa normato dal C.I.P di 0.80 pollici).

Rispondi Annulla risposta