DUE SISTEMI IN ESAME

SISTEMA A PRESA A GAS:

Il principio di questo sistema fu ideato da Marxim, che presentò un arma a canna singola in grado di sparare con azione a corto rinculo ideato per armi automatiche, in grado di camerare la cartuccia, espellerla e in fine camerarne una nuova; tutto ciò a velocita elevata. Il sistema a presa a gas funziona in questo modo: i gas vengono convogliati all’interno della canna nella prima fase di sparo, ed espandendosi fanno si che il porta-otturatore indietreggi( questa può essere definita come la seconda fase del rinculo cioè l’effetto razzo all’uscita della volata);con l’indietreggiare del porta otturatore sblocca anche l’otturatore stesso, espellendo il bossolo vuoto e camerando una nuova cartuccia, e grazie alla molla di ricupero il carrello tornerà in posizione iniziale.

Questo sistema può essere anche definito anche di tipo metastabile( in pratica a differenza di quello labile le pressioni in camera scendono a livelli accettabile prima di aprirsi ed espellere il bossolo vuoto); un altra definizione che vorrei dare è quella di corto rinculo( cioè l’otturatore indietreggia solo parzialmente rispetto la lunghezza della cartuccia).

IL SISTEMA A PRESA A GAS FU APPLICATO PER LA PRIMA VOLTA SU UN ARMA DA J.M. BROWNING.

SISTEMA A BLOCCHETTO OSCILLANTE: Questo sistema di tipo stabile geometrico ideato nei primi anni del 1800 e già presente sulla Mauser C96; a differenza del sistema stabile include un terzo elemento che è appunto il blocchetto collocato tra canna e carrello con l’utilità di renderli solidali in chiusura; questo blocchetto in pratica ha la funzione di liberare il carrello quando è in posizione abbassata. Questo sistema fu largamente usato prima nella Walther P38 poi ripreso da Beretta nel modello 51 e 52 e anche in altri modelli tra cui uno molto conosciuto che è il 92.

Rispondi Annulla risposta