Una buona semiautomatica con qualche difetto!

La Savage 1907, fu progettata per uso civile grazie alla sua praticità nello smontaggio,(senza attrezzi); il caricatore bifilare con un ordine delle cartucce di tipo sfarzato, innovazione che usò anche il progettista della FN in collaborazione con Browning; per la Browning HP. L’arma è composta da 37 componenti, fu camerata all’inizio per il calibro 32ACP(7,65X17mm), su questo c’è da fare un appunto perchè dopo la competizione, che ebbe con COLT per essere adottata come arma d’ordinanza;(dove purtroppo perse); siccome dopo la competizione riuscì ad ottenere un contratto militare per un adozione; l’esercito chiese di modificare l’arma facendola sparare in 45ACP(11,43X23mm). Benché fosse un ottima arma aveva alcuni difetti di progettazione;( mi pare però che i difetti che elencherò in seguito vennero risolti con la modifica del calibro); i difetti erano un pò ad esempio il grilletto era molto pesante per l’arma che era, in un arma corta il peso di scatto arriva di solito fino 6 massimo 8kg( se parliamo di semiautomatiche come DESERT EAGLE e parliamo di un calibro 50A.E); un altro difetto era il carrello che faticava ad andare in chiusura, ma questo credo sia un difetto strutturale perchè anche se c’entra poco il funzionamento che adotta l’arma fu usato anche da Beretta recentemente, quindi valido sotto tutti i punti di vista.

Nella chiusura a massa ritardata( o chiusura labile); l’otturatore comincia ad arretrare quando la pressione in camera è piuttosto alta, questo per evitare strappi del bossolo stesso; in fasi di estrazione del bossolo spento, di solito in questo sistema sono applicate delle delle leggere scanalature all’interno della camera per il convoglio dei gas, in modo che il bossolo non aderisca alle pareti o alla superficie interna della camera.

Rispondi