LA DAGA

VERSO LA FINE DEL XIII  LA DENOMINAZIONE DELLA PAROLA DAGA ENTRO’ CON POCHE VARIANTI AD INDICARE L’ARMA DA FIANCO, IL TERMINE GENERICO DI DAGA E’ LA SPECIFICAZIONE  CHE CARATTERIZZA TALE STRUMENTO, ALCUNE VOLTE SAREBBE STATO MEGLIO IL TERMINE PUGNALE. LA DAGHE SONO CLASSIFICATE IN BASE ALLE IMPUGNATURE( ES: LE DAGHE A RONDELLE CHE HANNO UN IMPUGNATURA RACCHIUSA TRA 2 DISCHI POSTI ORIZZONTALMENTE AL CORDOLO).spi

IL GLADIUS IN USO AL LEGIONARIO ROMANO, ERA UNA DAGA LUNGA CIRCA 60CM CHE NEL TARDO IMPERO FU RIBATTEZZATA (SEMISPATHA) IN CONTRAPPOSIZIONE DI SPATHA LA QUALE EBBE ORIGINE DALLA CAVALLERIA MEDIOEVALE.

LA DAGA E’ ANCHE STATA L’ARMA CARATTERISTICA DEI CARABINIERI, FIN DAL 1814 IN CUI SI PARLA DI SCIABOLA CORTA PER I CARABINIERI A PIEDIthDN7LLDZT

IL TERMINE DAGA DAL INGLESE “DAGGER” STA A SIGNIFICARE APPUNTO IL TERMINE PUGNALE CIOE’ LAMA DAI 40 AI 60CM DI LUNGHEZZA.