38-55WINCHESTER E IL FUCILE

Iniziando dalla cartuccia che fu introdotta da Ballard che all’inizio debuttò con la cartuccia 375win che ha pressioni molto più elevate della 38-55 anche se riadattata il corpo della 375 può essere sparata anche se più corta dell’originale; la cartuccia è di tipo rimmed con una nomenclatura molto simile al calibro 38, il fucile per cui fu progettata ideato da Browning nel 1894 ed una cosa curiosa della progettazione che permetteva un alimentazione costante durante il ciclo di sparo, anche con munizioni lunghe un esempio estremo che può camerare quest’arma è il 450Marlin.

Una variante di questo fucile può essere il modello 55 sempre di casa Winchester che fu prodotto dalla metà degli anni 20 fino quasi la metà degli anni 30, la cartuccia diventò famosa grazie alla caccia all’orso nero ed il fucile invece è riconosciuto per affidabilità anche se con un sistema complesso.

Volevo introdurre poi due parole sul sistema a blocco cadente in pratica questa azione permette ad un blocco solido di scivolare giù per una guida liberando canna e camera, di solito questo sistema viene azionato dal paragrilletto con un azione a leva; infatti appena il paragrilletto torna in posizione iniziale sigilla la camera; questo sistema è fissato con dei cardini davanti alla leva del paragrilletto( ovviamente l’azione è combinata perché non chiude solo la camera ma spinge su pure la cartuccia, una sorta di ascensore della cartuccia.