7,61mm SHARPE&HART

Questa cartuccia ottima per la caccia ai cervi, basata sul 300 H&H con un fondello identico al 7mm Remington ma con un corpo della cartuccia più piccola; il 7,61 nacque in passato per il rifiuto di adottare una cartuccia a quel tempo sperimentale che era il 7,59 MEUNIER camerata per il fucile MEUNIER che nacque in sostituzione del vecchio modello MLE1886, la munizione è più potente di un 8mm LABEL, e anche più veloce visto che arriva a una velocità di oltre 1000m/s; però come già detto il fucile MEUNIER non fu mai adottato da nessun esercito, invece adottarono il modello 1917 meno costoso del fucile MEUNIER anche perchè utilizzava gli stessi componenti del modello 1886. Tornando alla munizione 7,61 SHARPE&HART fu camerata in fucili come i SCHULTZ&LARSEN come prestazioni si aggira intorno alle cartucce Weatherby, con una velocità massima si 945m/S, un angolo di spalla di 43 gradi; la cartuccia è di tipo Belted( queste cartucce grazie a una fascia rinforzata sopra la scanalatura per l’estrattore favoriscono un appoggio netto e rimarcato in camera che presenta anche un punto di misura per l’Heandspace che non è altro che la distanza tra fondello del bossolo e testa dell’otturatore; queste munizione sono quasi sempre di tipo magnum). In fine la cartuccia fu prodotta dalla NORMA e affiancata quasi subito a fucili ad otturatore Mauser, fu molto popolare per un periodo fino all’arrivo del 7mm REMINGTON MAGNUM agli inizi degli anni 60′.

Rispondi